Le spezie

e le erbe aromatiche

Le Spezie e le erbe aromatiche
Le spezie sono sostanze aromatiche di origine vegetale, provenienti principalmente da Paesi Esotici. La parola "spezia " deriva dal latino "specie " che indica merci speciali e di valore, che differiscono da quelle ordinarie. Fin dall'antichità l'uso delle spezie era ampiamente diffuso tra gli Egizi, infatti venivano forniti agli operai, impiegati nella costruzione della piramide di Cheope, dei cibi speziati con lo scopo di mantenere le maestranze in forze, in quanto si riteneva che l'aggiunta delle spezie proteggesse dalle epidemie.
In epoca antica e medievale le spezie sono stati tra i prodotti più pregiati, che hanno giustificato l'apertura di nuove rotte commerciali. In realtà sono stati la ragione principale per cui il navigatore portoghese Vasco da Gama ha aperto la rotta per l'India, e anche uno dei motivi che hanno portato Colombo a cercare un percorso rapido e sicuro per le Indie. La scienza medica medievale attribuiva alle spezie un ruolo importante nel processo di digestione: si riteneva infatti che il "calore" generato dalle spezie aiutasse la "cottura" dei cibi nello stomaco favorendone una più rapida ed efficace assimilazione.

Peperoncino
Ottimo antibatterico, il peperoncino è ricco di vitamina C, stimola la digestione ed ha proprietà antiossidanti, oltre a rivelarsi un alleato della nostra salute contro raffreddore e sinusite. Ritenuto tra i migliori afrodisiaci (stimola la vasodilatazione), il peperoncino ha anche un'efficace azione sul metabolismo, innalzando la temperatura corporea ed aumentando così il senso di sazietà.

 


Aglio
E’ una pianta aromatica che aiuta a mantenere bassa la pressione sanguigna e contiene l’azione del colesterolo cattivo. L'aglio contiene inoltre una buona scorta di proteine, un'elevata quantità di potassio, enzimi, Vitamine A, B1, B2, PP, C, sali minerali e oligoelementi. Rafforza le difese immunitarie dell’organismo. Una delle piante più antiche tra quelle coltivate, l'aglio deve il suo successo alle virtù benefiche e al suo sapore, forte e deciso, molto apprezzato nella cucina mediterranea in generale e in quella dell'Italia meridionale in particolare. Data la grande diffusione della sua coltivazione, le sue origini sono incerte, ma sappiamo che era già utilizzato dagli egizi nel III millennio a.C. e, successivamente, dai greci, dai romani, dai cinesi e dagli indiani. Una leggenda europea racconta come l'aglio sia un odore tipicamente mediterraneo, ma in realtà c'è più aglio nella cucina del nord Europa che in quella calabrese!L'odore dell'aglio, caratteristico e dal forte impatto, è dovuto a numerosi composti organici di zolfo in esso presenti, tra cui l'alliina. Per limitarne l'effetto si può masticare qualche foglia di prezzemolo crudo o un chicco di caffé. Nel folklore europeo, l'aglio è associato ai vampiri: si credeva infatti che portarlo al collo in un sacchetto tenesse lontano questi esseri. La credenza aveva un fondamento nelle proprietà antibatteriche di questo bulbo, note nel passato: l'aglio doveva proteggere dai vampiri che erano considerati dei parassiti.

 


Il basilico
E’ una pianta aromatica che aiuta a combattere l’acidità di stomaco, le infezioni gengivali, il mal di gola e lo stress. Fin dall'antichità, il basilico è ritenuto la regina delle erbe aromatiche: proprio a tale considerazione deve il suo nome. Una regina non solo in cucina. Per i contadini messicani era dotato di proprietà magiche: ritenevano che le foglie attirassero fortuna negli affari e in amore. Alcune culture, come quella indiana, lo considerano una pianta sacra.

 


Lo Zenzero
Lo zenzero è un antinfiammatorio naturale ed è tra i più efficaci antinausea e antivertigini. Da più di 3000 anni è coltivato in Asia tropicale: lo zenzero è forse la spezia più antica che si conosca, oltre che una delle più diffuse; è anche tra le prime a essere giunte in Europa, dove ebbe un grandissimo successo a partire dal medioevo. Dal XVI secolo gli spagnoli iniziarono a coltivarlo nel Nuovo Mondo: oggi è presente in tutta l'area equatoriale. Nonostante Cina e India siano tra i maggiori produttori, si dice che lo zenzero più pregiato sia quello giamaicano. La spezia è utilizzata in Oriente da millenni, sia come condimento sia come rimedio dalle mille virtù. Nei Paesi anglosassoni è conosciuto come ginger.

 


Il Coriandolo
Il Coriandolo favorisce la digestione ed apporta benefici in caso di crampi intestinali e di emicrania. La pianta è soprannominata anche "prezzemolo cinese", poiché appartiene alla stessa famiglia del cumino, dell'aneto, del finocchio e ovviamente del prezzemolo.

 


Il Rafano
E' una radice che apporta benefici in caso di inappetenza e di problemi di digestione, aiutando il processo digestivo. Ha proprietà antiinfiammatorie ed analgesiche.

 


Gli Spinaci
Rafforzano le difese immunitario e aiutano l'organismo nella produzione di globuli rossi.

 


Il Prezzemolo
E’ un’erba aromatica che aiuta il processo digestivo. E’ un ottimo diuretico e risulta utile per la cura dell’anemia e nei casi di stanchezza cronica. Il prezzemolo è conosciuto fin dall'antichità: i greci ne facevano piccole ghirlande da portare in testa durante i banchetti, perché ritenevano che portasse fortuna e stimolasse l'appetito e la digestione.

 


Con le Spezie si parte da qualcosa di ordinario e lo si trasforma in qualcosa di straordinario con l'aggiunta di colore, di sapore, ed esoticità pur mantenendo la tradizione e la passione tutta italiana tipica della nostra Azienda